data-srcset

Testamenti e patti matrimoniali

IL TESTAMENTO CONGIUNTIVO E RECIPROCO

In Danimarca è possibile scrivere un testamento congiuntivo e reciproco. Con tale documento due o più persone fanno un testamento che  favorisce terzi oppure che le favorisce reciprocamente.

Legge danese sulle successioni

La legge danese sulle successioni non prevede esplicitamente tale possibilità ma non la esclude. Pertanto è molto comune lo scrivere un testamento congiuntivo e reciproco. Per esempio due coniugi o conviventi scrivono un testamento dove favoriscono gli uni gli altri. Molti cittadini italiani residenti in Danimarca sono stati consigliati di scrivere un testamento congiuntivo e reciproco. Questa soluzione è la più economica e rapida, oltre che ad essere la soluzione più usata.

Si parla di testamento congiuntivo qualora due o più persone scrivano un unico testamento dove dispongono sui loro beni dopo la loro morte.

Il testamento congiuntivo

Il testamento congiuntivo può essere di due tipi:

Il testamento congiuntivo semplice dove due o più presone dispongono tutti ugualmente a favore di uno o più terzi, si parla di, nello stesso atto a favore, l’una in favore dell’altra.

Si parla di testamento congiuntivo reciproco quando ciascuno dei testatori dispone a vantaggio dell’altro.

Tuttavia pochi sanno che secondo il diritto italiano il testamento congiuntivo sia semplice che reciproco è espressamente vietato ed è nullo.

L’articolo 589 del codice civile recita:

Testamento congiuntivo o reciproco: non si può fare testamento da due o più persone nel medesimo atto, né a vantaggio di un terzo né con disposizione reciproca”

Il divieto di testamento congiuntivo viene giustificato con il fatto che il testamento (qualsiasi testamento) è un atto strettamente personale.

Cosa accade pertanto quando un cittadino italiano qui residente, che ha scritto un testamento congiuntivo semplice o reciproco decede?

Secondo il regolamento comunitario nr. 650/2012 , competenti a regolare la successione sono le autorità dello stato dove il defunto aveva la sua ultima residenza abituale. La legge applicabile alla successione sarà la legge dello stato dove il defunto aveva la sua ultima residenza. Pertanto la successione di un cittadino italiano residente in Danimarca alla sua morte sarà regolata dalla legge danese. Competenti a dividere la successione saranno le autorità danesi. In questo caso un testamento congiuntivo o congiuntivo reciproco elaborato in Danimarca è valido. La successione comprendes sia i i beni che il defunto aveva sia in Danimarca che in Italia.

Scelta della legge italiana

È però possibile per un cittadino italiano il scegliere la legge italiana come quella che regola la sua successione. Tale scelta deve essere esplicita e risultare dal testamento. I tribunali danesi possono pertanto trovarsi a dovere dividere l’eredità secondo le del diritto italiano. Se il cittadino italiano residente in Danimarca ha scelto la legge italiana come legge regolante la successione il testamento reciproco non è valido.

Attenzione però a scrivere un testamento congiuntivo!

In molti casi un testamento congiuntivo può creare problemi.

Residenza in Italia

Il cittadino italiano DEVE avere la residenza in Danimarca. Molti italiani, spesso per motivi fiscali rimangono registrati all’anagrafe italiana anche se risiedono di fatto in Danimarca. Questo può creare problemi nel caso in cui il defunto fosse proprietario di beni in Italia.

Notaio italiano

Si rischia che un notaio italiano non conosca tale forma di testamento che è solo permesso nei paesi scandinavi

Beni immobili in Italia

Se il defunto aveva proprietà in Italia vi è il rischio che gli eredi italiani impugnino il testamento reciproco danese. Gli eredi danesi  corrono il rischio di essere coinvolti in una pratica i Italia. Tale causa può durare anni e essere molto onerosa.

Eredi in Paesi etranei all’unione europea

Vi è anche il caso in cui il defunto abbia eredi in altri paesi anche fuori dall’unione europea. In questo caso il regolamento comunitario nr. 650/2012 non trova applicazione.

Conclusione

Non vi sono sentenze italiane edite che affermino la contrarietà all’ordine pubblico (internazionale) italiano di un testamento congiuntivo redatto in un Paese straniero. Tuttavia per evitare che eventuali cause successorie in Italia si consiglia di scrivere un testamento singolo. Questa precauzione può risparmiare agli eredi molti problemi e brutte sorprese.

 

Contattare avvocato Sandra Moll Dirscherl
E-mail: sam@advokathusetbredgade.dk
Tel: +45 3135 3560